Links Download Contatti
../img/home_giada_on.gif
../img/tesina.gif
../img/laurea_tri_on.gif
../img/slide_on.gif
../img/immagini_on.gif
../img/curriculum_on.gif

SaOS

Tripsinizzazione: La linea SaOS è costituita da cellule di osteosarcoma umano e sono cellule adese ovvero attaccate alla superficie del recipiente di coltura; dunque per poterle analizzare è necessario staccarle da esso. Ciò è stato fatto attraverso la tripsizzazione con tripsina addizionata di EDTA, enzima proteolitico che distrugge le proteine che permettono l’adesione delle cellule (digerisce la matrice extracellulare). Una volta staccate le cellule è necessario inibire l’effetto della tripsina che a contatto prolungato con le cellule ne provoca la morte. Tutto ciò è servito per permetterci di contare le SaOS.
Con le SaOS abbiamo preparato dei lisati enzimatici per la  determinazione dell’attività enzimatica della fosfatasi alcalina che idrolizza in ambiente alcalino i legami fosfato. Abbiamo quindi lisato le cellule e congelate a –80° in azoto liquido. Questo ci sarà utile nei prossimi anni durante il corso di Laboratorio di Biochimica dove potremo dosare l’enzima presente nel lisato cellulare.

Colorazione: Abbiamo preparato dei vetrini contenenti le SaOS per essere colorati mediante Sudan Black B. Questa operazione si basa sulla proprietà che ha il formolo addizionato di cloruro di calcio di rendere insolubili e di evidenziare molti lipidi complessi in solventi apolari. I lipidi risultano quindi colorati in blu-nero. Così possono essere evidenziati anche organelli intracellulari come i mitocondri.

Copyright 2006 - 2007 Giada Ciandella - Tutti i diritti riservati | Crediti